La bellezza non è che il disvelamento di una tenebra caduta e della luce che ne è venuta fuori.
Alda Merini

lunedì 4 febbraio 2013

Déshabillez-moi


Déshabillez-moi, déshabillez-moi
Oui, mais pas tout le suite, pas trop vite
Sachez me convoiter, me désirer, me captiver
Déshabillez-moi, déshabillez-moi
Mais ne soyez pas comme, tous les hommes, trop pressés.
Et d'abord, le regard
Tout le temps du prélude
Ne doit pas être rude, ni hagard
Dévorez-moi des yeux
Mais avec retenue
Pour que je m'habitue, peu à peu...
Déshabillez-moi, déshabillez-moi
Oui, mais pas tout le suite, pas trop vite
Sachez m'hypnotiser, m'envelopper, me capturer
Déshabillez-moi, déshabillez-moi
Avec délicatesse, en souplesse, et doigté
Choisissez bien les mots
Dirigez bien vos gestes
Ni trop lents, ni trop lestes, sur ma peau
Voilà ça y'est, je suis
Frémissante et offerte
De votre main experte, allez-y...
Déshabillez-moi, déshabillez-moi
Maintenant tout de suite, allez vite
Sachez me posséder, me consommer, me consumer
Déshabillez-moi, déshabillez-moi
Conduisez-vous en homme
Soyez l'homme... Agissez!
Déshabillez-moi, déshabillez-moi
Et vous... déshabillez-vous!

*****

Spogliami, spogliami
Si, ma non subito, non  troppo in fretta
Sappi con bramosia cercarmi, desiderarmi, avvincermi
Spogliami, spogliami
Ma non essere come tutti gli uomini troppo frettoloso.
Prima di tutto lo sguardo
Il tempo del preludio
Non deve essere duro, né stravolto
Divorami con gli occhi
Ma con ritegno
Per assuefarmi, poco a poco..
Spogliami, spogliami
Si, ma non subito, non troppo in fretta
Sappi ipnotizzarmi, avvolgermi, catturarmi
Spogliami, spogliami
Con delicatezza, agilmente, con tatto
Scegli bene le parole
dirigi bene i tuoi gesti
né troppo lenti, né troppo svelti, sulla mia pelle
ecco ci siamo, sono
fremente e a disposizione
della tua mano esperta, procedi.
Spogliami, spogliami
Ora subito, fai in fretta
Sappi possedermi, consumarmi, logorarmi
Spogliami, spogliami
Comportati da uomo.
Sii l’uomo…Agisci!
Spogliami, spogliami
E …spogliati!



Se mai

Se mai ti parlassero di me 
chi lo sa se in fondo a te 
troverai un sorriso per me 
anche se c'é da troppo tempo ormai 
il silenzio tra di noi 
io ti penso ancora sai 

Se caso mai ti parlassero di me 
spero che ricorderai 
quello che sono stato per te 
anche se hai sofferto quanto me 
spero che ti riuscirà di sorridere per me 

Se mai...



Sanno quanto è lunga la notte. E che rumore fa la vita mentre se ne va


Se fossi un poeta, ecco di cosa scriverei. Della gente che lavora in piena notte. Uomini che caricano treni, infermiere del pronto soccorso con le mani delicate. Impiegati notturni negli hotel, autisti delle pompe funebri nei cimiteri, cameriere nei caffè aperti tutta la notte. Loro conoscono il tuo mondo, sanno quant’è prezioso che una persona si ricordi il tuo nome... . 


Janet Fitch



Solo che puoi vedere molto oltre

È come guardare la televisione. Solo che puoi vedere molto oltre.

Jerzy Kosinski





vorrei che tu fossi qui


Virginia tesoro, sento che dovrei scriverti una lunga lettera. Una lettera interminabile. Pagine e pagine. Ma c’è troppo da dire. Troppe emozioni, troppo Egitto, e troppa inquietudine. In realtà tutto si riduce a una cosa assolutamente semplice: vorrei che tu fossi qui. 

Vita Sackville-West


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...