La bellezza non è che il disvelamento di una tenebra caduta e della luce che ne è venuta fuori.
Alda Merini

mercoledì 19 giugno 2013

Ti resterà la gioia disperata d'aver perso tutto

Per una notte, viaggiatore, sii imprudente,
allunga la tua strada.
Al risveglio, sii come il giorno prigioniero
di una notte di nebbia.

Non evitare il giardino dei cuori persi,
va' in fondo, al termine del cattivo cammino,
dove l'erba è un tappeto di fiori rossi in abbandono,
dove malinconiche acque si dirigono verso il mare ondoso.

A lungo, senza riposo, hai vegliato
sul peso di anni inutili.
Che sia infine tutto dissolto!
Ti resterà la gioia disperata d'aver perso tutto.


Rabindranath Tagore



con rispetto e gratitudine


Viaggiare sentendosi sempre, nello stesso momento, nell'ignoto e a casa, ma sapendo di non avere, di non possedere una casa. Chi viaggia è sempre un randagio, uno straniero, un ospite; dorme in stanze che prima e dopo di lui albergano sconosciuti, non possiede il guanciale su cui posa il capo né il tetto che lo ripara. E così comprende che non si può mai veramente possedere una casa, uno spazio ritagliato nell'infinito dell'universo, ma solo sostarvi, per una notte o per tutta la vita, con rispetto e gratitudine.
Claudio Magris


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...